ABUSI IN PSICHIATRIA

Le radici culturali della legge italiana di riforma psichiatrica (portoghese)*

* traduzione italiana della conferenza "As raizes da lei italiana de riforma psiquiatrica de 1978 - Rio de Janeiro, Brasile, 1987


Mario Di Fiorino
Primario del reparto di psichiatria dell'ospedale di Viareggio.

L'antipsichiatria si definisce per una doppia negazione: la negazione dell'Istituzione e la negazione dei suoi concetti fondamentali (7).

Le differenti impostazioni antipsichiatriche possono schematicamente essere ricondotte a quattro principali filoni:

1) la paradossale messa in discussione del sapere psichiatrico operata da Thomas Szasz (14).

2) l'impianto di critica storica e de epistemologica di Michel Foucault (8).

3) le esperienze delle house holds di Ronald Laing e David Cooper.

4) l'azione antistituzionale di Franco Basaglia.

Laing e Cooper negli anni sessanta promuovono la fondazione di controistituzioni per gli schizofrenici veri "luoghi di ricovero della pazzia", dove la crisi psicotica può svolgersi. Laing impiega il termine di metanoia per significare la trasformazione, la conversione che si attua nel viaggio psicotico. Come nel trip psichedelico è importante la cornice: così gli ospiti della comunità recitano uno psicodramma, che ha fatto evocare a Maud Mannoni "certi riti di possessione delle società africane"(11).

David Cooper, in una intervista concessa nel 1977, spiega il passaggio dalle esperienze delle house holds alla lotta anti-istituzionale.

"Che senso aveva creare dieci isole felici, mentre tutto il resto intorno funzionava come prima? In questo modo non si scalfiscono neppure le . Anzi, la Pazzia viene uccisa come possibilità sovversiva. Ecco perché io sono convinto che sia venuto il momento di uscire dalle istituzioni, di non lottare solo contro il manicomio ma soprattutto fuori".

Ed enuncia il programma del movimento antipsichiatrico:

"Creare delle comunità dentro la società, partendo dal quartiere, dalla fabbrica, dalla scuola e mettere le persone a confronto. A Bruxelles per esempio c’è un gruppo che da quasi due anni lavora in un quartiere povero di sottoproletari e di immigrati. Se nasce un problema di devianza, psichiatrico o di pura delinquenza, lo psichiatra riunisce la gente del quartiere: non solo la famiglia, ma anche i compagni di lavoro, il rappresentante sindacale, un insegnante. Mette cioè a confronto delle persone che altrimenti non si sarebbero mai incontrate."

"In questo modo si supera l'isolamento e l'atomizzazione degli individui e si fanno ritrovare insieme, in lotta contro le strutture. Non ci sono più problemi personali, ma solo problemi politici. Per dirla con uno slogan si tratta di trasferire l'incazzatura (la competitività, l'aggressività) che c'è tra la gente in un'incazzatura verso il sistema. Questa è educazione politica."


For visualization of the complet tests it is necessary to register the followed form. All the information will remain confidential.
Insert the required data
User Name
Password
HOME PAGE Go at the top of the page



A cura di Geko Sistemi