Volume XX numero 1, 2003

Un caso di paziente borderline grave trattata in un servizio di salute mentale pubblico utilizzando setting multipli. Un case report

F. Cecere, R. Ciocchetti1
Dipartimento di Salute Mentale ASL Roma E
1 Centro di Salute Mentale, Roma


Un caso di paziente borderline grave trattata in un servizio di salute mentale pubblico utilizzando setting multipli. Un case report


A severe borderline personality disorder patient treated in a public health service
with multiple setting. A case report

Riassunto. In questo lavoro viene presentata la storia di una paziente seguita presso un Dipartimento di Salute Mentale (DSM) di Roma. La sua vicenda clinica viene presentata da due punti di vista diversi: il primo è quello di chi segue la paziente nel Centro di Salute Mentale, la struttura ambulatoriale del DSM. Il secondo è quello degli operatori della Comunità Terapeutica, sempre del DSM, dove la paziente risiede da più di un anno. Viene mostrata la costruzione del progetto terapeutico che cresce di pari passo con il modificarsi del quadro clinico e delle risposte della paziente. Il progetto, pur avendo come fine ultimo una maggiore integrazione del sé di Chiara, si articola coinvolgendo un numero sempre maggiore di operatori e di strutture, cercando sempre di cogliere i segnali provenienti dal mondo interno della paziente. A volte segue i cambiamenti, altre volte cerca di anticiparli e di prevederli: in ogni caso cerca di spiegarli alla paziente per favorire la sua massima integrazione. Questo lavoro è un esempio delle potenzialità presenti nei servizi pubblici, della ricchezza delle possibili articolazioni degli interventi in strutture diverse se si riesce a condividere l'idea dell'intervento. Tali potenzialità sono spesso misconosciute anche da chi questi servizi dirige specie quando non viene riconosciuta la necessità della specializzazione, scambiata purtroppo per tecnicismo.

Summary. In these two papers (the present one and the following of Giorgio Villa) is illustrated the case history of a female patient in charge in a Public Mental Health Department of Rome. Her clinical history is presented from two different points of view: The first is the Community Mental Health Centre's point of view; the second one is that of Therapeutic Community's operators. These two papers show the growth of the therapeutic frame that follows the patient's clinical progress. The final goal is the integration of Chiara's self. The therapeutic project grows up involving an even larger number of facilities and operators. These two papers are an example of which complex kind of clinical work it is possible to realize in the Public Services. This wealth is often unappreciated by the management of Public Departments that, because of ideological biases, takes technicality for specialization.


For visualization of the complet tests it is necessary to register the followed form. All the information will remain confidential.
Insert the required data
User Name
Password
HOME PAGE Go at the top of the page



A cura di Geko Sistemi