Riassunti Articoli

Caratteristiche psicotiche del Disturbo Ossessivo-Compulsivo

Caratteristiche psicotiche del Disturbo Ossessivo-Compulsivo
Riassunto. Un quadro clinico particolarmente grave di DOC è quello che Insel e Akiskal definiscono "disordini ossessivo-compulsivo con aspetti psicotici". In questa manifestazione clinica del DOC, posta ai limiti con la patologia psicotica di tipo schizofrenico, la capacità di riconoscere l'infondatezza e l'assurdità dell'ideazione ossessiva e la resistenza interna all'idea ossessiva, che costituiscono le peculiarità psicopatologiche del disturbo, spesso sono assenti. In alcuni casi il paziente mostra un'insignificante resistenza alle ossessioni e si lascia sopraffare; in altri la lotta con il sintomo è, al contrario, pressante, assume connotati sempre più gravi, l'ideazione perde la sua caratteristica di intrusività e viene ad essere inglobata in un vissuto delirante. Attraverso l'analisi fenomenologica di un gruppo di pazienti con questo disturbo, si cerca di descrivere i rapporti tra sindrome ossessiva e sindrome delirante, nell'intento di cogliere il momento delle possibili transizioni tra vissuto ossessivo e vissuto delirante. L'investigazione, con lo strumento della fenomenologia, dei possibili significati ossessivi e deliranti, sconfina automaticamente in una psicoterapia. Si sottolinea come nella psicoterapia di questi particolari pazienti la tecnica, pur necessaria, sia insufficiente, se non accompagnata da un radicale impegno umano, perché le angosce e le conflittualità psicotiche si intensificano ulteriormente se si confrontano con la freddezza e la pseudoscientificità del curante.




M. Giacopuzzi

Primario della Casa di cura "Villa S. Chiara",Verona



HOME PAGE Go at the top of the page



A cura di Geko Sistemi